fbpx
ILHA DA BRAVAISOLE

ILHA BRAVA

L’isola di Brava è la più piccola delle isole abitate, e l’ultima delle isole di sottovento, ha una superficie di 67 km² e conta poco più di 7000 abitanti.

E’ caratterizzata da una morfologia montuosa e proprio grazie a questi rilievi, è la più umida e verde di tutte le isole dell’arcipelago. Qui la temperatura varia dai 16 ai 26 gradi a seconda dell’altitudine e, nel periodo che va da dicembre ad aprile, sembra essere l’isola più fredda.
Grazie al clima particolarmente umido qui crescono diverse specie vegetali che non troviamo sulle altre isole, e per questo motivo viene anche chiamata “Isola dei fiori”.

La sua economia è basata principalmente sull’agricoltura e sulla pesca, in quanto non è una meta particolarmente apprezzate dagli amanti del mare, infatti l’isola non offre grandi spiagge, perchè le sue coste frastagliate nn ne hanno permesso lo sviluppo, ma possiamo comunque trovare delle piccole calette solitarie, riparate dai venti come Faja de Agua, Furna e Anciao, dove fare un bel bagno in tutto relax.

La chiusura del suo aeroporto nel 2004, ha portato quest’isola ad essere una meta per pochi, in particolare per coloro che desiderano godersi davvero le ultime vere località capoverdiane.
Il capoluogo dell’isola di Brava è NOVA SINTRA, situata a 500 mt sul livello del mare, su di un antico cratere, caratterizzata da un insieme di casette bianche e basse, contornate da giardini fioriti di bouganvillee, ibìsco e altri fiori dai mille colori.

Qui si può ammirare la casa museo di Eugenio Tavares, antico poeta capoverdiano, la Rua della cultura dove è possibile ritrovare la classica architettura coloniale portoghese, e possiamo spingerci ad ammirare il punto panoramico di Santa Maria (così chiamato in onore della caravella di Cristoforo Colombo).

Nova Sintra è anche il punto di partenza di diversi sentieri (da fare esclusivamente a piedi), che conducono al mare. Tra questi quello più gettonato è quello del Monte Fontainhas (la vetta più alta dell’isola), dal quale si può godere di una vista spettacolare del vulcano Fogo, sull’omonima isola distante circa 20 km.
Altri punti di interesse possono essere il villaggio di Nossa Senhora do Monte, il piccolo villaggio di Faja d’Agua, la chiesa “del Nazareno”, le coltivazioni a terrazze di Fonte de Vinagre, oppure l’isolotto Luis Carneiro.
Qui a Nova Sintra inoltre, è possibile vedere una rara pianta secolare, detta l’albero del drago.

Grazie ai suoi sentieri, il panorama e la sua costa, è l’isola ideale per tutti gli amanti del trekking e della vita tranquilla e ” solitaria”…

 

 

 

Tags
Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close